Seguici su

ALBANESE: IL MERCATO SETTIMANALE DEL MARTEDÌ UN VERO E PROPRIO CAOS

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO la seguente nota da parte della sezione di Massafra della "Lega con Salvini".

Noi della LEGA CON SALVINI abbiamo un concetto etico della politica.Una politica fatta di verità impedisce molte corruzioni,accellera le opere pubbliche indispensabili,pretende il funzionamento dei servizi sociali,impone agli amministratori il buon governo. Una politica incapace, per vigliaccheria o per calcolo,della verità si porta sulla coscienza tutti i dolori che avrebbe potuto evitare . Ecco perche chiediamo le dimissioni dell’assessore al commercio DI BELLO ;per la sua incapacità di essere un (normale) amministratore della cosa pubblica .

Il mercato comunale del martedi’ : UN VERO E PROPRIO CAOS. E LA POLIZIA MUNICIPALE DOV’E’ ? La carenza del personale,comunque,non giustifica la negligenza del servizio.Vogliamo qui’ riportare l’ultimo annuncio dell’assessore Di Bello :”stiamo ultimando la fase di studio per l’individuazione dell’area; a breveavremo un incontro definitivo con i rappresentanti dei commercianti. Entro GIUGNO (chissà di quale anno ) prevediamo di ufficializzare il nuovo sito. La nostra idea è quella di allocare il mercato nell’are attigua al Parco Madre Teresa di Calcutta bla...bla...bla.....Fin qui’ le parole vacue ed inutili dell’assessore Di Bello,adesso quelle del mercato e della situazione attuale. Una autentica Babele ! L’incapacità amministrativa si registra anche in questo .Bancarelle di qualsiasi tipo di mercanzia invadono la carreggiata principale e le persone hanno seria fatica a passare .Che spettacolo,che scempio agli occhi dei Massafresi vedere pescivendoli abusivi e non, vendere pesce all’aperto se congelato o surgelato .Ma non è il sindaco il massimo responsabile igienico-sanitario nel nostro paese ? Ma la polizia municipale(e l’assessore), ammesso ci sia,quando vede tutto questo sconcio che si ripete ogni martedi’ da sempre,sà che è compito suo disciplinare la materia e far osservare le leggi ed i regolamenti ?Lo sa ?Oppure di amministrare questo paese fa finta di non voler capire che il compito di vigilare spetta direttamente ai vigili urbani e del loro assessore.Ma che fanno :tutto,in questo mercato settimanale,tutto viene considerato lecito e tutto si puo’ fare. ANARCHIA !Per non parlare delle leggi sull’igiene che,almeno sulla carta,sono rigidissime.

–Chi controlla che le dimensioni di ciascun posteggio assegnato ai commercianti venga rispettato e non aver furgoni dietro ogni posteggio.I posteggi frontalieri occupano quasi tutta la carreggiata e le persone non possono passare.Provate ad immaginare se una persona fosse colta da malore e avesse bisogno di un’autoambulanza. Penalmente,di chi la responsabilità?

-Chi verifica la regolarità contributiva e fiscale degli operatori(entro il 31/ marzo di ogni anno) ?

-Chi è adibito al controllo dei commercianti,degli abusivi,e gli scippi in misura esponenziale ?

-Chi controlla i cosi’ detti SPUNTISTI,una particolare categoria di commercianti,la cui assegnazione temporanea dei posteggi è effettuata sulla base del criterio del più alto numero di presenze.Ora,per verificare tutto questo,chi controlla e smarca gli spuntisti se non si vede neanche l’ombra di un vigile ?

-Per non parlare della zona adibita alla frutta e verdura. L'area destinata non è idonea ad ospitare i tanti operatori che lavorano in condizioni precarie e nel totale disservizio comunale.Il sindaco e l’assessore Di Bello sono andati a verificare per vedere quello che succede ? Due persone, che camminano in senso contrario,nell’ora di punta,non passano. Una vergogna dal punto di vista igienico-sanitario e dalla presenza di tanti abusivi .

E potremmo continuare all’infinito per sottolineare le inadempienze dell’amministrazione comunale e del suo assessore nei confronti di un servizio di vitale importanza per la cittadinanza. Nonostante il Regolamento Regionale n.4 del 28/02/2017 derivante dall’art.3,comma1,lettera H e J della legge Regionale n.24 del 16/04/2015(commercio su aree pubbliche)preveda “il rispetto delle disposizioni di carattere igienico-saniatrio e di sicurezza,chi fa rispettare queste consegne ?

-L’art.2,comma 2,lettera d,considera l’impatto territoriale ed ambientale delle aree mercatali e fieristiche con particolare riguardo a fattori quali :

-mobilità
-traffico
-inquinamento
-sicurezza pubblica

Quali di questi problemi avete risolto? NESSUNO !!

Per la Sicurezza Pubblica(vedasi i tanti scippi che avvengono al mercato e non solo)vorremmo ricordare al sindaco(come già abbiamo abbondantemente fatto) di utilizzare la legge 48/2017 sulla sicurezza urbana,con i patti sottoscritti con il Prefetto,con forme di collaborazione interistituzionale fra le varie amministrazioni.L’obiettivo è quello di sviluppare azioni congiunte di sicurezza fra le le forze dell’ordine dello Stato ed i Vigili Urbani di Massafra.

Sindaco Quarto,nonostante il rimescolamento degli assessori alle varie deleghe,il risultato non cambia.INVERTENDO L’ORDINE DEI FATTORI,IL RISULTATO NON CAMBIA !

La “LEGA CON SALVINI” di Massafra,chiede l’allontanamento dell’assessore Di Bello,che al pari degli altri suoi colleghi,mostra una incapacità amministrativa assordante.

Per concludere,sfidiamo, comunque, l’assessore Di Bello a spostare il mercato settimanale.Noi siamo convinti che non ne è capace.Se ci riuscira’ ne saremo lieti e faremo pubbliche scuse.

ALESSANDRO ALBANESE
Direttivo locale- responsabile del commercio
LEGA- SALVINI - Sez.di Massafra