Seguici su

IL 27 GIUGNO 1901 VENIVA UCCISO IL BRIGADIERE AMBROGIO BERRETTA

Fu un giovedì tragico quello del 27 giugno 1901 per la laboriosa Massafra. Venne ucciso, nei pressi della sospirata Chiesa Nuova, non ancora ultimata e i cui lavori erano sospesi ormai da quarant’anni, il brigadiere dei Carabinieri Ambrogio Berretta.

Ecco la cronaca del drammatico avvenimento nel testo del prof. Raffaele Grippa, tratto dal suo volume “Cinquant’anni di vita massafrese”:

< 1901 - L’uccisione del brigadiere Berretta - Aveva trent’anni, era nativo di Como e aveva fattezze bellissime. Fu ucciso il giorno 27 giugno 1901, sulla piazzetta a sud della Chiesa Nuova, mentre arrestava un pregiudicato che, riuscito a ghermirgli la rivoltella, lo freddò con un colpo al cuore. Il carabiniere Di Tonno, di Sant’Eramo, alla sua volta, uccise l’omicida.
È restato memorabile il cordoglio della cittadinanza. Ai funerali solennissimi parlarono l’Avvocato Scarano, il Pretore Milella, il capitano dei Carabinieri Carresi, il Teologo Madaro e lo scrivente. Il Sindaco Vincenzo Zanframundo intitolò “Piazzetta Ambrogio Berretta” il luogo della tragedia. >

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA