L’OSPEDALE DI CASTELLANETA SI CHIAMERA’ "PADRE PIO DA PIETRELCINA"

La direzione generale dell’ASL di Taranto ha comunicato che la Prefettura di Taranto, con la nota 849 del 18 maggio scorso, ha autorizzato l’intitolazione dell’Ospedale di Castellaneta alla memoria di Padre Pio da Pietrelcina.

È il Presidente dell’Associazione Echèo Onlus, Pasquale Rizzi, promotrice della petizione popolare per questa intitolazione, a darne comunicazione.

“E’ questa la notizia che abbiamo ricevuto ieri 31 maggio dalla Direzione Generale dell’Asl di Taranto. Giunge così a termine, manca solo la formalità della presa d’atto della Direzione Generale dell’Asl di Taranto, un iter che ha visto l’Associazione Echèo, associazione dei pazienti dell’oncologia di Castellaneta, promotrice e motore della petizione popolare che con le sue quasi 5000 firme ha visto coinvolti semplici cittadini, associazioni, enti ecclesiastici, attività commerciali e Istituzioni come il Comune di Castellaneta, il Comune di Palagiano, il Comune di Palagianello e il Comune di Mottola. Insomma, l’intero tessuto sociale di un territorio, quello occidentale dell’arco jonico, che si è sentito “comunità”: una condizione che solo la figura di Padre Pio ha potuto permettere.

Ci aspettano adesso - prosegue Rizzi - i momenti della festa proprio perché sentiamo il dovere di coinvolgere tutti, anche chi non era d’accordo sulla scelta di questa intitolazione. Sì perché oggi quel senso di comunità deve essere raccolto e non dissipato, deve essere incoraggiato e non lasciato al declino. Tutti, proprio tutti oggi devono sentirsi fieri di questa comunità.

Dopo la festa verrà il momento dell’impegno ancor più stringente verso un ospedale che deve proseguire il suo percorso di crescita attraverso tutte le figure coinvolte.

Ogni sanitario che in esso lavora e che lavorerà sotto la protezione di Padre Pio, dovrà trovare - aggiunge il presidente di Echèo - tutti gli stimoli giusti par approcciarsi alla cura degli ammalati con cuore, con pazienza e con umiltà che sono state le doti che hanno contraddistinto la “Santità” di Padre Pio. Diceva Padre Pio, nell’immaginare la grande opera della Casa Sollievo della Sofferenza, che i medici e gli infermieri sono le “riserve d’amore di Dio”.
Questo è l’auspicio e l’augurio che facciamo a tutti gli operatori dell’ospedale di Castellaneta che si appresta a onorarsi di un titolo: quello di Padre Pio da Pietrelcina, sapendo, anche, che l’Ospedale di Castellaneta sarà il primo ospedale pubblico in tutta la Regione Puglia ad avere questo pregiatissimo nome.

Mi corre l’obbligo di ringraziare di cuore - conclude Rizzi - in primis il Direttore Generale dell’Asl di Taranto Avv. Stefano Rossi che ha seguito con noi tutto l’iter prefettizio, ringrazio lo staff della Prefettura di Taranto, in particolare la D.ssa Pricolo, ringrazio i sindaci e le amministrazioni comunali di Castellaneta, Palagiano, Palagianello e Mottola, ringrazio le associazioni e i gruppi costituiti in comitato, gli Enti ecclesiastici, i Gruppi di Preghiera di Padre Pio, le attività commerciali e tanti singoli cittadini che con slancio e generosità ci hanno dato una mano nella raccolta delle firme. Senza di tutti voi tutto questo, oggi, non sarebbe stato possibile.”

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su