Seguici su

DISCARICHE TARANTO: EMILIANO REPLICA A TAMBURRANO

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano replica alle dichiarazioni del presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano “Il presidente della Provincia di Taranto prova a mischiare le carte per sviare l'attenzione dalla sua azione politico-amministrativa in tema ambientale, che non si è certo rivelata lineare. Sarebbe, infatti, il caso di ricordare che la Provincia di Taranto, a dispetto del parere negativo della Regione Puglia, dei Comuni e dell'Arpa, ha concesso, solo un mese fa, l'autorizzazione per l'impianto di recupero di energia dal trattamento fanghi in agro di Massafra.

Contestualmente, sempre la Provincia di Taranto autorizzava, a Grottaglie, l'ampliamento della discarica LGH nonostante il parere negativo di Arpa, dei Comuni e in assenza di una previsione dell'impianto nel vigente piano dei rifiutai urbani. Appare, quindi, strano e meritevole di approfondimento che il Presidente della Provincia di Taranto addossi alla Regione Puglia responsabilità dirette su una questione che conosce fin troppo bene, tanto da avere direttamente autorizzato, nonostante i predetti pareri negativi, i due impianti.  Accusare questa amministrazione di immobilismo in tema di rifiuti, significa negare l’evidenza. Si sta provvedendo, finalmente, a prevedere una dotazione impiantistica in grado di trattare i rifiuti differenziati, ponendo le basi per la chiusura del ciclo dei rifiuti, valorizzando così l’impegno di tanti cittadini che con sempre maggiore efficacia fanno una raccolta differenziata di qualità. Su questo percorso virtuoso, la Regione Puglia ha deciso di investire oltre 60 milioni di euro per la realizzazione, nei prossimi anni, di almeno sei impianti tecnologicamente avanzati per la valorizzazione dei rifiuti da raccolta differenziata, con una programmazione d’insieme che non penalizzi ulteriormente quei territori - come la Provincia di Taranto - afflitti negli anni dall’emergenza rifiuti, ma che al contrario premi quei Comuni e quelle comunità che investiranno o contribuiranno ai processi di innovazione. Le prime manifestazioni d’interesse  dei Comuni sono già arrivate. Lavoreremo attentamente affinché le procedure si svolgano speditamente e nella massima efficienza: l’obiettivo è quello di abbandonare gradualmente il sistema discariche e di sostituirlo con un sistema improntato ai valori dell'economia circolare in grado di creare vantaggi tangibili per i cittadini, sia sotto il profilo economico, che sotto quello della sostenibilità ambientale”.

Ufficio stampa Regione Puglia


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA