CONVEGNO SUL PATRIMONIO RUPESTRE EUROPEO A SAN PEDRO DE ROCAS

Il patrimonio rupestre europeo è stato al centro dell’evento della Settimana ICC a San Pedro de Rocas in Spagna, dove esperti internazionali hanno divulgato le loro ricerche.

L’Italia ha portato la delegazione più numerosa con Carmela Crrescenzi, Domenico Caragnano e il massafrese Giulio Mastrangelo. L’evento è stato introdotta dalla recente scoperta di due tessere del XV secolo a Castro Caldelas, che sono la più antica testimonianza scritta in lingua Galiziana. Il presidente della Diputación Manuel Baltar, ha aperto l'evento dicendo "L'importanza per Ourense" ed evidenziando "il potenziale culturale e il patrimonio della provincia”. Così ha annunciato la continuazione di questi seminari sul patrimonio a San Pedro de Rocas. L'archeologo Jorge López Quiroga ha focalizzato la sua presentazione sull'applicazione delle nuove tecnologie a San Pedro de Rocas, "probabilmente il più grande grotta medievale complesso penisola nord-occidentale," Il ricercatore ha mostrato i suoi lavori con il laser scanner, le immagini dei droni, fotogametría, carbonio-14 .... "Si tratta di definire quando e come il rupestre è stato costruito", ha detto. Il progetto mira a valutare i rischi di umidità e possibili patologie nella pietra per agire e garantire la loro conservazione. "Vivere nello spazio scavato era un fenomeno trasversale", ha detto nel suo intervento Carmela Crescenzi, dell’Università di Firenze riferendosi I documenti e i risultati dei progetti europei CRHIMA, che documenta le prime forme di abitazioni in grotte e rupestre in Italia, Spagna, Turchia, Francia e Grecia. Domenico Caragnano, direttore del Museo del Territorio di Palagianello, ha parlato dei dipinti delle chiese rupestri di Puglia e Basilicata, mentre avvocato Giulio Mastrangelo affrontato " della proprietà privata delle Gravine:un problema per la valorizzazione ". Il fisico archeometra Theodoro Ganetsos ha mostrato i suoi studi nei monasteri medievali dipinti dell'antica Grecia, e, infine, lo speleologo Alexey Zhalov fatto un giro grafica della roccia abitazioni medievali scolpiti in Bulgaria, suo paese di origine.

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su