"IN GENERE MAI – DIVERSAMENTE SIMILI": LA MEDIAZIONE CONTRO I CONFLITTI

Di grande interesse la conferenza “In Genere Mai – Diversamente simili” organizzata dal Rotary Club Massafra in collaborazione con la sezione cittadina della F.I.D.A.P.A., svoltasi il 4 maggio scorso presso la masseria Amastuola.

Le psicologhe e psicoterapeute dott.ssa Anna Coppola De Vanna e dott.ssa Ilaria De Vanna sono state le protagoniste dell’evento. Ad aprire i lavori il saluto dell’avvocato Luigi Salvi, presidente Rotary Club Massafra, e della dott.ssa Anna Teresa Antonicelli, presidente della F.I.D.A.P.A. cittadina.

La dott.ssa Anna Coppola De Vanna è fondatrice nonché presidente del CRISI (Centro Ricerche Interventi Stress Interpersonale), centro specializzato nella mediazione e gestione dei conflitti accreditato presso il Ministero della Giustizia che, tra l’altro, si occupa della formazione di mediatori civili e commerciali. Psicologa e psicoterapeuta con esperienza di lungo corso, la dott.ssa Coppola De Vanna ha fatto conoscere l’attività del CRISI partendo dalla campagna “In Genere Mai”. Si tratta di un’iniziativa volta alla sensibilizzazione, informazione ed intervento per il contrasto alla violenza tra i generi. Attraverso il superamento di stereotipi e schematizzazioni, si può leggere la realtà attraverso uno sguardo divergente che aiuta a ricomporre i conflitti. L’attività del CRISI si basa proprio sulla risoluzione delle conflittualità esistenti in famiglia, nelle scuole, tra criminali e vittime. Questa mediazione implica la necessità di lavorare sugli esiti negativi di questi conflitti nella vita delle persone.

Dalla relazione della dott.ssa Coppola De Vanna sono emersi dunque piccoli frammenti di umanità migliorati dal potere trasformante delle idee e dal dialogo che la mediazione riesce a favorire. Oltrepassare i limiti del consueto significa ad esempio che un uomo macchiatosi dell’omicidio di un ragazzo possa chiedere ed ottenere l’abbraccio di chi quel giovane lo ha messo al mondo. Criminale e vittima sono dunque “diversamente simili” perché accomunati da dolori differenti vissuti con la stessa umanità. Due facce della stessa medaglia, due antonimi, attraverso la mediazione riescono a comunicare sedando il conflitto trasformandolo in equilibrio. Quelli che la dott.ssa Coppola De Vanna ha definito “incontri straordinari con ordinari frammenti di umanità” sono due lembi di una ferita lacerata che il supporto di professionisti riesce a ricomporre.

La psicologa e psicoterapeuta, nonché collaboratrice del CRISI, dott.ssa Ilaria De Vanna ha parlato dell’attività del centro CRISI spiegando con esempi concreti come si possa andare oltre i dualismi, destrutturare gli stereotipi e alimentare una cultura non violenta fondata su relazioni efficaci. Ha inoltre mostrato come si possono rompere dicotomie e contrapposizioni con la “cultura della riparazione”.

Tanti spunti di riflessione sono stati dunque offerti da un momento culturale di altissima caratura, proficua occasione di arricchimento.

Mariella Eloisia Orlando


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su