INCENERITORE MASSAFRA E DISCARICA GROTTAGLIE: TAMBURRANO SI DIFENDE E CONTRATTACCA

Dopo le polemiche seguite alle autorizzazioni rilasciate dalla Provincia di Taranto per l’ampliamento della discarica Vergine a Grottaglie e per la realizzazione dell’inceneritore fanghi S.t.f. a Massafra, interviene il Presidente dell’ente, Martino Tamburrano, che replica alle varie accuse ricevute.

La prima stoccata è diretta ai consiglieri regionali (Vianello –M5S e Borracino –SI/LEU) che chiedono alla Regione ed al Presidente Emiliano di commissariare il tema rifiuti a Taranto e di riprendere le deleghe finora in mano alla Provincia. “Convocherò - annuncia Tamburrano - la prossima settimana i consiglieri regionali tarantini per spiegare le carenze di una Regione che non decide mai, che non si attiva con un piano rifiuti, che da 13 anni porta tutto a Taranto, che chiede continuamente all’ente Provincia di emanare ordinanze per accettare i rifiuti di tutta la regione. Le loro sono accuse ed invettive strumentali. Il loro compito è di sollecitare Emiliano ad emanare un quadro normativo sui rifiuti, a regolamentarne i flussi, a definire cosa la Regione vuole fare di Taranto. Queste sono le battaglie che possono dare credibilità al loro operato di consiglieri regionali.”

 

“Le autorizzazioni che vengono rilasciate – continua Tamburrano - sono un fatto tecnico, di conformità alle leggi, nazionali e regionali, esistenti. Io non entro nel merito delle decisioni del Comitato Tecnico preposto, spesso non conosco le attività dell’Ufficio, per cui non faccio né il frenatore e né l’acceleratore sull’iter delle pratiche. Quando i legislatori rimoduleranno le norme a quello che loro dicono, adegueremo i pareri alle loro decisioni.”

“Anche il Comune di Massafra, con il sindaco Quarto, ha rilasciato parere “tecnico” positivo, e non poteva essere altrimenti, per l’ampliamento della discarica. Ed il parere sfavorevole rilasciato dal sindaco Quarto all’ampliamento dell’inceneritore è solo politico, non tecnico, perché tecnicamente non può che essere positivo.”

“Io sono sereno, non temo confronti sulle carte, e non mi dimetto. Andrò avanti nel mio mandato fino in fondo per rispettare il responso che tanti sindaci e consiglieri comunali hanno determinato con il 73% di voti a mio favore. Si va avanti – conclude Tamburrano - con i fatti, come abbiamo dimostrato per l’Ilva, dove si procede con la copertura dei parchi, l’AIA si è avviata e tra un mese c’è l’ennesimo confronto per il monitoraggio sull’ammodernamento dello stabilimento. Il resto sono ricorsi, chiacchiere e strumentalizzazioni.”

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su