Seguici su

POTENZA LASCIA FORZA ITALIA

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO una nota stampa di Gerardo Potenza La misera conferma dell’avvenuto commissariamento della sezione di Forza Italia di Massafra ai danni del dottor Antonio Tramonte sostituito dalla consigliera comunale Giancarla Zaccaro è stata data ieri dalla stessa Zaccaro in un’apposita conferenza stampa, dove ufficializzando la sua nomina di neo commissaria cittadina, improvvisamente ed impropriamente ha parlato del nuovo.
La Zaccaro ha detto di voler ripartire da una squadra nuova, però nel momento stesso è in simbiosi con personaggi da oltre 30 anni nel mondo della politica locale come Tamburrano e tanti altri che nelle ultime elezioni amministrative sono stati sonoramente bocciati dai massafresi. E come se non bastasse, alle politiche del 4 marzo scorso hanno avuto l’ulteriore conferma della disapprovazione del proprio operato e della propria credibilità da parte degli elettori. Nonostante la presenza di una candidata locale al Senato rappresentata dalla moglie di Tamburrano, Forza Italia non è riuscita a racimolare nemmeno 4000 preferenze a Massafra su un potenziale di 25.000 elettori. E scusate se è poco! Voglio ricordare poi alla Zaccaro che il sottoscritto, insieme a tanti altri giovani, dopo la cocente sconfitta del centro-destra, abbiamo avuto il coraggio di autotassarci per contribuire al mantenimento della sezione di Massafra, cosa mai fatta da Tamburrano nei 10 anni da sindaco e dai suoi assessori, Zaccaro compresa. Nella conferenza stampa ha parlato inoltre di personalismi che “devono essere lasciati da parte”. Senti da che pulpito viene la predica, visto che proprio i suoi amici sono tra i massimi esponenti della politica dei personalismi. E poi ha pure detto che “i panni sporchi si lavano in famiglia”. D’accordo, ma bisogna aggiungere che nei doveri di un consigliere comunale c'è il riconoscimento della base e il confronto con la stessa,mai avvenuto a Massafra con i consiglieri comunali di Forza Italia (Tamburrano, Massaro e Zaccaro) nonostante gli inviti fatti dal coordinatore Tramonte a cui hanno risposto con comportamenti di superbia e menefreghismo. Di fronte a questo atto scellerato perpetrato dal coordinatore regionale Luigi Vitali,in combutta con Tamburrano, che grida vendetta e che a sua volta viene avallato dal silenzio incomprensibile del coordinatore provinciale Michele Di Fonzo, che colpevolmente ancora una volta si piega ai voleri di Vitali ,e di fatto premia queste azioni dei mestieranti della politica,non mi resta,quindi,di prendere atto di questa decisione che sicuramente arrecherà danni sia al partito che al paese, di dimettermi da coordinatore cittadino dei giovani di Forza Italia di Massafra, prendendo le distanze da un partito nel quale non mi riconosco più. Il mio impegno continuerà nell'ambito del centro-destra, dove di sicuro non mancherà il dialogo continuo con i cittadini per il bene della nostra comunità.

Gerardo Potenza


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA