Seguici su

FUGGIANO: L’ ACCANIMENTO DELLA REGIONE PUGLIA SULLA SANITA’ PUGLIESE

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO la seguente nota da parte del Coordinatore Provinciale del "Movimento IDEA Popolo e Libertà" Salvatore Fuggiano.

L’ennesimo scempio compiuto in ambito sanitario ai danni dei cittadini pugliesi (e tarantini in particolare) non può e non deve passare inosservato. E la levata di scudi che si è registrata in questi giorni, a proposito dell’eliminazione di 39 Punti di Primo Intervento a partire dal prossimo primo maggio, costituisce una nuova contestazione bipartisan dell’operato del presidente-assessore alla sanità della Regione Puglia. L’indignazione è forte perché in ballo c’è la salute dei cittadini e il bisogno di cure tempestive e adeguate, soprattutto in territori come quello di Taranto e provincia, in cui la situazione sanitaria non è certamente tra le migliori, soprattutto a causa delle ben note condizioni ambientali.
Il fatto che al posto dei PPI ci saranno dei presìdi medicalizzati del 118 non cambia la sostanza delle cose, visto che sicuramente (come avvenuto per il Moscati di Taranto) i cittadini continueranno a ingolfare i pronto soccorso. Peraltro le giustificazioni del presidente-assessore (“in caso contrario il Ministero non ci avrebbe approvato il piano di riordino ospedaliero”) non convincono assolutamente. Infatti, oltre a criticare da sempre la filosofia che ha animato la stesura dello stesso piano di riordino (basato sul tagli indiscriminati e irrazionali, senza un effettivo risparmio per le casse regionali), “IDEA Popolo e libertà” contesta anche il metodo di attuazione. In buona sostanza, da tempo invochiamo l’istituzione dei Presìdi territoriali di assistenza e il potenziamento dei Distretti territoriali, come previsto esplicitamente dal Decreto Ministeriale n° 70, in base alle diverse esigenze dei territori. E invece la regione si limita ai soliti calcoli ragionieristici, dimostrando cecità politica e insensibilità sociale. Mettendo sullo stesso piano le varie province pugliesi. Un errore macroscopico ed è davvero incomprensibile che il presidente-assessore non se ne renda conto. Forse solo facendosi un giro nelle varie strutture ospedaliere del Tarantino capirebbe l’umore della gente e del personale sanitario. Che non sono solo freddi numeri da mettere a posto, insieme alla propria coscienza.

Salvatore Fuggiano
Coordinatore provinciale del Movimento IDEA Popolo e Libertà


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA