Seguici su

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 27 MARZO 2018

Foto di repertorio Foto di repertorio

Nella prima parte della seduta il sindaco Fabrizio Quarto ha fornito risposta alle interrogazioni presentate dal consigliere Ida Cardillo inerenti ad incompatibilità di affidamento incarico professionale e alla contrattazione decentrata per i dirigenti.

Circa quest’ultimo punto lo stesso consigliere Cardillo si è soffermato sulle indennità aggiuntive e sulle “pesature” dei dirigenti, ponendo alcuni interrogativi.A tal proposito il dirigente del settore Risorse Umane, Simone Simeone, ha chiarito aspetti giuridici e interpretazioni sui contratti. Il consigliere Zaccaro ha interrogato l’amministrazione circa gli interventi di manutenzione da compiere nei plessi scolastici ed il sindaco ha fornito un “quadro in essere” sui lavori, non ultimi quelli avviati per il rifacimento del cornicione esterno al plesso “De Amicis”, o la ricerca di bandi, come quelli di adeguamento sismico e di efficientamento energetico. Gentile si è soffermato sulla gestione dei “parcheggi azzurri”, sulla “sezione primavera” e sul mancato finanziamento della rigenerazione urbana, progetto classificatosi solo al 71° posto su 26 finanziati. Sempre Gentile ha chiesto notizie in merito alla tariffa di conferimento in discarica e sul ristoro ambientale. Quarto ha ricordato che è allo studio un project financing sui parcheggi e che l’amministrazione è fortemente impegnata nell’intercettare finanziamenti, prova ne sia quelli già ottenuti.

L’assessore Ricci ha relazionato sui punti propedeutici all’approvazione del bilancio di previsione 2018. Confermata l’aliquota di compartecipazione dell’addizionale IRPEF e quella IMU(previste nel 2017). Modificato il regolamento IUC nella parteIMU (validi i versamenti dei comproprietari) e nella parte TARI (trasformando in calcolo percentuale la riduzione per componenti nucleo familiare domiciliati altrove per ragione di studio o di lavoro). Confermata la non applicazione per l’anno 2018 della TOSAP sui passi carrabili. Modificato il Regolamento Entrate nella parte relativa alla rateizzazione e riscossione dei tributi. Incarichi di collaborazione previsti solo per il settore Servizi Sociali ed Economico-Finanziari.Sul punto inerente alla modifica del Regolamento Entrate è intervenuta Ida Cardillo chiedendo chiarimenti sull’individuazione dell’agente di riscossione, prontamente forniti dal dirigente Simeone.

L’assessore Lepore ha proposto di approvare, cosa che è avvenuta, il valore determinato in €/mc 35,63 quale prezzo di cessione di suoli in diritto di proprietà ed €/mc 28,96 quale prezzo di cessione dei suoli in diritto di superficie per l’anno 2018 per le aree PEEP, valore rivalutato sulla base dell’indice ISTAT per l’anno 2017. Per quanto riguarda le aree PIP è stato approvato il valore determinato in €/mq 73,63 quale prezzo di cessione per l’anno 2018, rivalutato sulla base dell’indice medio ISTAT anno 2017.Confermata l’aliquota TASI e aggiornato il valore delle aree fabbricabili Zone omogenee P.d.F. per l’anno 2018.

L’assessore all’Ecologia Tonia di Gregorio ha relazionato sul piano finanziario TARI (approvato), strumento attraverso cui perseguire l’obiettivo economico della copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati avviati al recupero e allo smaltimento, importante tassello per la strategia “Rifiuti Zero”. Di Gregorio ha sottolineato due scelte importanti: la modifica sostanziale del calendario settimanale di raccolta e l’attivazione di una fase di monitoraggio che preparerà la cittadinanza alla TARI personalizzata. Il consigliere incaricato al miglioramento RD, Savino Lattanzio, si è soffermato sul potenziamento dei mezzi e delle attrezzature per la raccolta, sull’importanza dell’obiettivo “rifiuti zero”, sull’importanza di aver eliminato un giorno di raccolta e sull’importanza di ridurre la quantità dei rifiuti da portare in discarica. E’ intervenuto il consigliere Gentile che ha esaminato le varie criticità dell’attività di raccolta, evidenziando come si sarebbe potuto fare di più senza gravare sulle tasche dei cittadini e l’opportunità, non sfruttata, di aprire le isole ecologiche già realizzate, mentre il consigliere Castiglia si è soffermato sull’aumento delle tariffe di conferimento e la carente puliziasulle strade di periferia. Approvate le aliquote e tariffe TARI, calcolate su un piano finanziario che determina il costo complessivo del“ciclo rifiuti”, pari a circa 4 milioni e 600 mila euro, maggiore rispetto all’anno precedente di 400 mila euro, con aumento medio del 10% delle tariffe. Il sindaco ha proposto un emendamento (approvato) con il quale si conferma la distribuzione tra utenze domestiche e non, con le stesse percentuali del 2017, ovvero: 33% non domestiche e 67% domestiche.

Riconosciuti debiti fuori bilancio rinvenienti da sentenze del Giudice di Pace e Commissione Tributaria provinciale.

Ufficio Stampa
Comune di Massafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA