"POKER E AMICIZIA" PROTAGONISTI DI "REGALO DI NATALE" ALLO SPADARO

Fra gli applausi e il divertimento si è chiuso lo spettacolo “Regalo di Natale” al Cineteatro Spadaro di Massafra rientrata nella Stagione di Prosa 2017-2018 organizzata dal Comune di Massafra.

Una commedia accattivante, i personaggi hanno dato vita ad una rappresentazione che possiamo dividere in due parti: la prima, dedita alla presentazione di ogni singolo personaggio, vede l’affascinante Stefano e la simpatia senza eguali di Lele, che piano piano si intreccia con le storie.

regalodinatale 4

Leggera la prima parte di quasi tutta commedia, non mancano bottiglie di ogni tipo, fumo di sigarette e carte da poker. Gli altri tre arrivano dopo: Franco, Ugo e l’avvocato Sant’Elia (interpretato alla grande, colpisce all’istante il pubblico).

regalodinatale 2

La seconda parte è più lenta e più ‘noir’: si apre tra la nebbia delle sigarette dopo due ore di gioco, e piano tutti si scoprono, la parte celata e la maschera di ogni personaggio viene fuori.

Grande spazio anche ai sentimenti, alla metafora sulla vita inscenata a perfezione dal poker.

regalodinatale 1

L’avvocato, colui che era il pollo da spennare si rivela il carnefice del ‘Capitano’ del gruppo, Franco. Punti salienti dello spettacolo la contesa di una donna, Martina, che divide da una vita Ugo e Franco, che si scoprirà essere morta, l’attività svolta dall’avvocato di automi o bambole dedite all’intrattenimento degli adulti, la trascinante allegria di un logorroico Lele, la visita della finanza alla palestra di Stefano la sera di Natale.

Tutto si sussegue senza lasciare spazi vuoti o morti, e quando succede, cambia l’immagine sullo sfondo o parte la musica, e si lascia spazio alle emozioni, alla parte più profonda.

regalodinatale 3

In alcune parti la comicità prende il sopravvento, come nella scena in cui Lele finge con un ostentato accento toscano di essere un meccanico, o quando Stefano e Franco inscenano la finta omosessualità dello stesso Stefano, o quando Lele si immola in un lungo sermone per convincere Franco a restare con loro. Scenografia bellissima, spettacolo meritevole e una chiusura che vale l’intero biglietto, tre amici che si stringono, la neve che cade e una musica coinvolgente, e le voci in lontananza, si abbracciano felici.

regalodinatale 5

Bravi tutti a ricordarci il valore dell’amicizia e a mixare la parte leggera a quelli che sono i sentimenti veri che legano le persone. Ottima trasposizione del film di Pupi Avati a Teatro, ma soprattutto riportato ai giorni nostri, con la crisi economica, e più di ogni altra cosa una crisi d’identità e valori.

Angelica Grippa


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
5
7
12
14
15
16
17
18
19
20
21
23
24
26
27
28

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su