ASSUNZIONE NUOVO COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE: GROSSI DUBBI DI LEGITTIMITÀ

Polemiche sull’assunzione del nuovo Dirigente del Comando di Polizia Locale al Comune di Massafra. A sollevarle è la consigliera del PD Ida Cardillo, che sull’argomento ha presentato, finora senza esito, un’interpellanza in cui contesta le operazioni di nomina.

La Cardillo già ad agosto aveva segnalato che la determina dirigenziale, con la quale si approvava l’avviso pubblico per l’assunzione a tempo determinato di un Dirigente da destinare al Comando di Polizia Locale, era incompleta e ne aveva lamentato le carenze anche alla Commissione di selezione.

“Ciò - afferma la capogruppo del PD - al fine di dirimere ogni possibile dubbio ed evitare in tempo utile eventuali danni a carico del Comune di Massafra”.

In particolare la Cardillo si sofferma sulla “irragionevole” assunzione a tempo determinato di durata triennale, “considerato che a tale istituto si ricorre per esigenze temporanee ed eccezionali che non possono risultare coerenti ad un periodo preventivamente stabilito di tre anni”.

“Sulle qualità professionali del comandante Modugno non posso eccepire nulla. Quello che da tempo contesto - prosegue Cardillo - è la procedura non corretta. Un criterio che crea dubbi sul perché si è voluto a tutti i costi questa persona, tanto da alterare gli iter normativi”.

“Inoltre, non capisco la censura posta dal presidente del Consiglio Comunale, Maurizio Baccaro, alla mia interpellanza, giudicata dallo stesso non conforme al regolamento, poiché trasmessa anche a soggetti diversi dal sindaco, quali il Prefetto, la Procura della Repubblica e la Corte dei conti.”

“Quella di Baccaro -sottolinea la Cardillo- mi sembra una vera censura, la sua è solo un’interpretazione personale. Non esiste alcun articolo del Consiglio comunale che evidenzia questo. Probabilmente non voleva che altri consiglieri e la città conoscessero questa verità. Baccaro non può assolutamente limitare la mia libertà di informazione”.

“Ho chiesto legittimi chiarimenti che tardano ad essere forniti su procedure che potrebbero avere ricadute in danno alla collettività. Massafra - conclude Ida Cardillo - ha bisogno di risorgere. Basta con metodi criticati sui palchi ma attuati nel concreto”.

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
4
6
7
11
12
13
14
15
18
19
20
21
24
25
26
27
28
29
30
31

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su