LA BCC MASSAFRA RICERCA UN IMMOBILE PER AUMENTARE I LIVELLI DI SERVIZIO AI PROPRI SOCI E CLIENTI

La Banca di Credito Cooperativo d Massafra, a seguito delle accresciute esigenze e per aumentare i livelli di servizio ai propri soci e clienti, ricerca un immobile con un avviso pubblico (CLICCA QUI per leggerlo)

Abbiamo voluto porre delle domande al Presidente della BCC di Massafra Avv. Pietro Mastrangelo.

Domanda: Come mai la Bcc di Massafra ha deciso di lanciare al mercato la sfida per l’acquisto della nuova sede?
Risposta: La nostra Banca è come una famiglia che, dopo essere stata in affitto per 14 anni, vuole comprare una propria casa. Quindi non vogliamo sfidare nessuno ma vogliamo solo realizzare la nostra aspirazione ad avere una nostra “casa”.
Per quanto riguarda il mercato, io parlerei di una opportunità che il C.d.A. ha voluto offrire allo stesso in un momento difficile per tutti.
Confidiamo che il mercato apprezzerà questa iniziativa, quanto meno per la ragione che la stessa è ispirata al criterio della massima trasparenza.
In ogni caso, le ragioni della decisione di acquistare un immobile da adibire a nostra sede sono sotto gli occhi di tutti coloro che, frequentando le nostre filiali di Massafra, hanno modo di vivere sulla loro pelle il disagio per le code che sono costretti a fare e la conseguente perdita del loro tempo. Disponendo di una superficie adeguata, avremo modo di organizzare al meglio i servizi alla clientela e di ridurre sensibilmente i tempi di attesa, mediante l’impiego di dispositivi self-service che ci permetteranno, tra l’altro, di occupare più proficuamente alcune unità lavorativa nei servizi di consulenza.

Domanda: Ma il conto economico della Banca può sopportare i costi di una operazione così rilevante?
Risposta: In realtà tale operazione ci consentirà di eliminare i costi connessi alla locazione della attuale Sede; sicché non ci saranno differenze sostanziali rispetto alla situazione odierna.
Insomma, faremo come ogni giorno fanno tante famiglie che, approfittando delle favorevoli condizioni offerte dal mercato immobiliare e dal mercato creditizio, anziché continuare a pagare un canone di affitto, utilizzano gli stessi soldi per pagare la rata del mutuo (che vengono a contrarre anche da noi) in maniera da poter pagare, col ricavato dello stesso, il prezzo d’acquisto della casa.

Domanda: Ma qual è il budget che il C.d.A. ha stabilito per l’acquisto?
Risposta: Noi abbiamo fatto una domanda al mercato e aspettiamo che lo stesso ci risponda.
Prenderemo in esame quelle offerte che, a parte la valutazione sui requisiti tecnici e amministrativi dell’immobile, siano rispondenti ai prezzi correnti, OGGI, sul mercato che conosciamo bene un po’ tutti.
Per questo mi sento di poter dire a chi pensa di poter fare un AFFARE con la Banca, di non perdere tempo; la Banca è disposta ad acquistare solo al giusto prezzo, ossia a quello che risponde a quelli correnti sul mercato, del nuovo o dell’usato.

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
4
6
7
11
12
13
14
15
18
19
20
21
24
25
26
27
28
29
30
31

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su