FORZA ITALIA: CITTÀ SPORCA E TARI IN AUMENTO. GRAZIE SINDACO!

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO la seguente nota ricevuta dal Coordinamento di Forza Italia.

Continuando a sfogliare il libro dei sogni del sindaco Quarto, ci si rende conto che effettivamente resterà solo tutto un sogno!

E’ opportuno ricordare ai cittadini di Massafra i motivi (legittimi per loro) per cui hanno bocciato la precedente amministrazione comunale per premiare quella attuale. Fra i tanti, a parte la voglia di vedere facce nuove anziché i soliti noti, ci sono quelli inerenti alle problematiche ambientali, al termovalorizzatore e soprattutto ai rifiuti solidi urbani e tutto quello che ruota intorno.
E la campagna elettorale di Quarto è stata fatta speculando sul “terrore ecologico”, aiutato dalle solite sfilate degli ecologisti in servizio permanente effettivo.
Vinte le elezioni, i cittadini finalmente si aspettavano da Quarto novità importanti, specialmente dalla raccolta differenziata.
Nominati l’assessore al ramo ed un consigliere “assistente”, finalmente si partiva per la rivoluzione sbandierata durante la campagna elettorale.
Però in questo anno trascorso, non è cambiato nulla. Anzi, la città è sempre più sporca e la percentuale di differenziata è calata sempre di più.
Hanno cercato di sensibilizzare la cittadinanza con i gazebo per le strade, depliant e gadget. Tutto inutile.
Come se la colpa fosse della popolazione e non del servizio erogato dall’azienda incaricata.
Allora, come risolvere il problema? Ed ecco il colpo di genio nell’ultimo Consiglio comunale da parte di Quarto. Ha deciso di aumentare mezzi e operai per un importo di 170.000 euro, oltre a quanto dovuto annualmente all’azienda, pur assicurando lo stesso servizio di prima.
Il sindaco, anziché trovare soluzioni alternative, risolve il problema aumentando le tasse a scapito dei cittadini. Bella trovata!

A tal proposito poniamo al sindaco e a questa amministrazione, incapace di governare, alcune domande:

- A tutt’oggi, qual è la percentuale di raccolta differenziata e quale l'aliquota applicata (L.R. 38/2011 art.7) considerato che la legge regionale n.5 del 2/05/2017 consente a tutti i comuni che prevedono nei mesi di settembre-ottobre 2017 una media percentuale di raccolta differenziata pari almeno al 5% in più rispetto al periodo settembre 2015-agosto 2016 e un’esenzione del versamento mensile del differenziale del contributo regionale?
Il sindaco e l’assessore hanno comunicato, prima, la volontà di perseguire questo obiettivo (entro dicembre 2016) e quindi aumentare la percentuale e far pagare di meno ai cittadini?

- Questa amministrazione ed il suo assessore hanno inviato, per caso, progetti finanziabili, entro dicembre 2016 (in riferimento all’ecotassa) all’AGER (Agenzia territoriale regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti) ?
Il decreto n.63 del 8/8/2017 a firma del commissario Grandaliano mette a disposizione risorse per 8 milioni e 250 mila euro per progetti destinati a favorire la minore produzione di rifiuti.

- Sono altresì finanziabili progetti coerenti con l’art.3, comma 27 della legge 28/12/1995 n.549, con un badget di 4 milioni e 500 mila euro, sempre della Regione. Per accedere a questi ulteriori finanziamenti, bisognava aver presentato i progetti entro il 15/settembre 2017.
Tali progetti, oltre a finalità diverse, sono tesi alla riduzione dei conferimenti in discarica migliorando moltissimo la raccolta differenziata.
Se il problema per abbattere la tassa dei rifiuti solidi urbani è migliorare la raccolta differenziata per aumentare la percentuale di conferimento, perché non è stato mai presentato un progetto alla Regione per reperire risorse che il Comune non ha, anziché chiedere soldi ai cittadini e avere un servizio scadente?

Intanto, i cittadini sono avvisati che potrebbero pagare di più la Tari. Questo è un modo indegno di gestire la cosa pubblica scaricando sui cittadini colpe e negligenze di questo sindaco e di questa maggioranza.

Le nostre conclusioni sono ovvie e legittime: chiediamo le dimissioni, intanto, dell’assessore delegato all’Ecologia per manifesta incapacità dimostrata. Lo vogliamo segnalare, doverosamente, oltre che ai cittadini di Massafra, soprattutto ai “nipotini” di Vendola, quelli comodamente seduti in Consiglio comunale, che durante la passata campagna elettorale hanno abusato della parola ambiente, ma che oggi, finalmente, dimostrano tutto il loro valore di amministratori. VERGOGNATEVI !!!

Roberto Giovinazzi, dirigente provinciale di Forza Italia
Antonio Tramonte, coordinatore cittadino FI


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
4
6
7
11
12
13
14
15
18
19
20
21
24
25
26
27
28
29
30
31

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su