TUTTO PRONTO PER IL TROFEO PAOLO LORETO

Il tempo passa, ma non per tutti… Così, a trent’anni dalla scomparsa dell’amico Paolo Loreto, i componenti della omonima Fondazione si sono ritrovati per dar vita ad una giornata che ricordasse chi non c’è più da 6 lustri, sempre ispirandosi a quelle attività che l’hanno vista impegnata nel territorio per diversi anni.

Ieri sera, nell’incantevole scenario della masseria “Amastuola”, il presidente della Fondazione Loreto, Peppe Semeraro, ha presentato agli organi di stampa l’intenso programma che si terrà mercoledì 20 settembre p.v., con un doppio appuntamento. A cominciare dalla mattinata, alle ore 10,30, presso l’I.I.S.S. “C. Mondelli”, dove si terrà l’incontro dibattito “la Classe non è acqua…”. Sarà un faccia a faccia tra gli studenti e i campioni dello Sport, rappresentati da Igor Cassina, campione olimpionico “Atene 2004” e Stefano Sacripanti, coach della squadra di basket Scandone Avellino, attualmente impegnato agli europei di pallacanestro in svolgimento a Istanbul. Del tavolo faranno parte anche il dirigente dell’Istituto, Francesco Raguso e il sindaco Fabrizio Quarto. La seconda parte della giornata sarà dedicata al basket con l’atteso incontro tra New Basket Brindisi e Scandone Avellino, due dei quintetti più agguerriti del massimo campionato di serie “A”. Palla a due alle ore 20,00, presso il Palazzetto dello Sport massafrese sito in Via Crispiano. L’ingresso sarà libero. In tale occasione saranno conferiti riconoscimenti agli sportivi massafresi che, nel corso dell’ultimo anno, si sono particolarmente distinti in varie discipline. Il presidente Giuseppe Semeraro ha ricordato la storia della Fondazione e il suo progetto socio-sportivo, che aveva come obiettivo principale avvicinare quanti più giovani allo Sport e spronare gli amministratori a dotare la Città di Massafra di un Palazzetto dello Sport: cosa che finalmente avvenne con la decima edizione, che si disputò il 13 e 14 settembre 1997, con un quadrangolare indicato dagli esperti come uno fra i migliori 7 d’Italia e certo il più importante del meridione.

All’incontro con la stampa è intervenuto il sindaco di Massafra, Fabrizio Quarto, che lo ha definito un evento sportivo, culturale, formativo e di promozione sociale. Ascoltare campioni dello sport come Igor Cassina e Stefano Sacripanti vuol dire ascoltare esempi di vita, ha detto il sindaco che, a proposito dell’importanza di dotare una collettività di strutture sportive, si è soffermato anche sugli interventi in tal senso effettuati sia sugli impianti dello stadio e del palazzetto, sia sulle palestre scolastiche. Infine Quarto si è compiaciuto per l’iniziativa di conferire un riconoscimento agli sportivi massafresi che, durante lo scorso anno, si sono messi particolarmente in luce. Anche questi segnali – ha concluso il sindaco - rappresentano esempi di forza e di coesione sociale.

Il direttore delle “Cantine Amastuola”, Giuseppe Sportelli, ha fatto gli onori di casa sottolineando come lo sport possa colmare gli spazi vuoti e come le onde del particolarissimo giardino-vigneto biologico Amastuola sprigionino una energia che si trasforma in determinazione sportiva, culturale e sociale.


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su