FORZA ITALIA: "MASSAFRA : UN DISARMO ITALIANO !"

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO un comunicato stampa di Morrone Potenza esponenti della locale sezione di Forza Italia di Massafra

La campagna elettorale per le politiche del 2018 avanza ,anzi è gia’ nel guado . Tanti i temi per un’Italia che viene fuori non gia’ da un mandato politico elettorale che pure c’è stato ma con un commissariamento istituzionale voluto dall’ex Presidente dello Stato on. Napolitano.

I commenti alla sua persona e alla sua politica li lasciamo agli storici. Noi ci occupiamo del presente e questo presente,a dire il vero,ci fa paura. Un presente caratterizzato da una conduzione politica del paese da parte di una sinistra che ha abbruttito,abbandonato i valori tradizionali che erano e sono del popolo italiano.Crediamo che questa coda della legislatura stia mettendo in luce il progetto politico della sinistra –immigrati. Fra qualche tempo,con l’estensione del voto a questi,la sinistra spera di avere un bacino elettorale non indifferente da cui attingere,il tutto collegato alla legge IUS SOLI in discussione in Parlamento che di fatto creera’ immediatamente nuovi cittadini e quindi voti. Insomma, con la sinistra al governo con Alfano,stiamo vivendo uno sfacelo sociale. Alloggi pubblici e privati gestiti da associazioni (cooperative rosse o catto- comuniste) che lucrano sulle disgrazie;il blocco parziale degli scafisti perché prendono soldi da tutti,compreso noi ,come sostengono molti giornali. Lo stupro viene occultato se gli autori sono immigrati; il bene rifugio,la casa sfitta,è messo in serio pericolo dalla sinistra che non vede l’ora di mettere mano alla proprieta’ privata ,requisendola;arrivano miliardi alle banche fallite e micro mance elettorali per le famiglie povere;si cerca di legalizzare i matrimoni fra tre o piu’ persone;i bambini cristiani vengono dati in affido a famiglie musulmane che mortificano la loro cultura originaria(Inghilterra) ma soprattutto subiamo l’incessante avanzata economica di nazioni che per il basso costo del lavoro,stanno facendo carne da macello delle nostre industrie. Chi protesta contro questo stato di cose viene accusato di essere razzista e omofobo. E pensare che mai siamo stati razzisti o non caritatevoli verso i bisognosi,ma che male c’è a pretendere dal profugo(irregolare)il rispetto delle nostre tradizioni ? E che male c’è se ci ostiniamo a sostenere e considerare il cristianesimo la base imprescindibile del nostro primato socio-culturale ? Lo stato italiano,con i nostri soldi ,paga alle cooperative 35 euro/immigrato al giorno che nell’arco di un anno sono 12.775/euro immigrato(irregolare e che non ha diritto a restare in Italia).In piu’, vengono dati direttamente all’immigrato 2,5/euro al giorno per spese diverse per un ammontare annuo di 912/euro.Infine viene dato un abbonamento gratuito per telefonia mobile(cellulare). E non è finita. Se un immigrato non ha i requisiti per essere considerato tale e per lui c’è l’espulsione,puo’ fare ricorso al tribunale, con gratuito patrocinio(gratis) e lo stato paga 500 euro all’avvocato che lo difende e cosi’ anche in Cassazione con ulteriore aggravio di spese. Alla fine lo stato spende per l’immigrato irregolare 14.000/euro/anno. In Italia,oggi,ci sono quasi 300.000 immigrati ,quasi tutti irregolari, per cui lo stato italiano spende attualmente 4.2 miliardi di euro l’anno per persone che non avrebbero diritto a stare.E’ giusto tutto questo ? Non siamo razzisti e ve lo diciamo fino allo sfinimento ma considerate quanto subiscono i nostri “terremotati” che ancora oggi,a distanza di un anno, sono derisi e sbeffeggiati .Le macerie,le strade interrotte,gli sfollati ancora in situazioni di emergenza e gli immigrati in hotel di lusso e Gentiloni a fare “passerelle” prendendo in giro quelle persone.Dimostrasse impegno come lo fa con gli immigrati irregolari.

Come dimostrasse impegno anche il “nostro” sindaco Quarto nella soluzione dei nostri tanti problemi.Massafra,nel suo piccolo,ricalca schemi sociali simili se non identici a quelli dell’Italia.Tutto fermo e bloccato aspettando che le cose possano risolversi per magia politica ed intanto si continua a cantare una famosa canzone “ un’estate al mare “. I massafresi avevano creduto nel cambiamento ma basta vedere e sentire in giro : aleggia uno scetticismo ed un alone di disinteresse scontato, quasi rassegnato .Non hanno avuto neanche “l’ardore politico” come quando si è nella fase di primo innamoramento .Apatia e guerre intestine che allontanano la risoluzione dei problemi .E’ nel loro D.N.A l’abulia politica ed il lento,continuo disfacimento senso dell’appartenenza .Scarse competenze e l’arroganza di una miscellanea di cose senza ritegno. Massafra,oggi,è lo specchio del’’Italia governata dalla sinistra(speriamo per poco )Attualmente al comune si sente il peso di una crisi politica da cui non sappiamo se e quando ne usciremo.C’è anche la fatica di resistere,giorno dopo giorno,ai continui sbagli che commettono .Quanto ancora dobbiamo atten dere ? Quanti altri errori dobbiamo aspettarci? Non sono capaci di ammettere che la politica portata avanti in questo anno è stato un disastro per il nostro paese. Neanche un momento di RESIPISCENZA POLITICA,uno scatto d’orgoglio.I latini dicevano “MUTATIS MUTANDIS” (non è cambiato nulla). Massafra come l’Italia di oggi ,un disarmo totale !

.

DOMENICO MORRONE
Vice coordinatore F.I.

GERARDO POTENZA
Responsabile giovanile F.I.


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su