MARINO ATTACCA GLI EX-UDC: "PRIMA PROPONGONO UN ASSESSORE E POI VOGLIONO FARLO FUORI"

Ancora acque agitate nella maggiornaza del comune di Massafra. Questa volta ad intervenire è Cosimo Marino candidato nel partito "Strada Maggiore" durante le Amministrative 2016, e non facente più parte dell'Associazione politico-culturale "Strada Maggiore", che dalle pagine del Quotidiano di Puglia, edizione di Taranto di ieri, attacca i "Centristi per l'Europa" rei di aver chiesto di sostituire l'assessore ai Lavori pubblici Maurizio Ludovico. Marino parla di rigurgiti della vecchia politica che stanno influenzando l’attuale amministrazione.

"Come nel 1993 con l’elezione diretta del sindaco si determinò una svolta epocale sul piano del governo locale, affidando al primo cittadino il potere di nomina e revoca degli assessori. Il rigurgito della vecchia politica sta nell’atteggiamento dell’Udc (Centristi per L’Europa), che negli ultimi consigli comunali, tramite la propria componente consiliare di maggioranza, ha deliberatamente disertato i lavori dell’assemblea consiliare. Un atteggiamento, portatore di elementi di instabilità politica."

"Per adesso - prosegue Marino - fa bene il sindaco Quarto a concentrarsi nell’azione di governo perché spetta solo a lui valutare il lavoro amministrativo dei suoi assessori che sono nominati o revocati solo dal capo dell’amministrazione. Chi invece è abituato alla vecchia politica dei veti, deve rassegnarsi. Ma l’Udc (Centristi per L’Europa), non può alzare l’asticella del suo rischio, stando col centrodestra in Provincia e con l’amministrazione Quarto a Massafra: così si legittima una intollerabile e ambigua spregiudicatezza politica."

Marino spera che le altre forze componenti della maggioranza civica, chiedano una verifica politica, per ricompattare gli uomini intorno al sindaco abbandonando ogni esitazioni tattiche. Una serrare le file nella maggioranza che appare tempestivo dopo il diktat avanzato dall’Udc che ha chiesto la revoca di un assessore, eletto proprio nella sua lista. In effetti perché questa richiesta di revoca? Non appaiono chiare e serie le motivazioni amministrative e politiche. "C’è stato il tentativo debole e maldestro - conclude Marino - di chiedere la testa di un assessore da loro stessi indicato che non sta ai loro desiderata. Fa bene il sindaco Quarto a mantenere la schiena dritta, senza cedere a pressioni indebite da vecchia repubblica». 

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su