CARNEVALE. ZACCARO: "A COSA SERVE UN DISCIPLINARE SE NON È RISPETTATO?"

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO il seguente comunicato da parte del Consigliere Comunale di Forza Italia Giancarla Zaccaro riguardante il Carnevale di Massafra.

I riflettori sulla 64^ edizione del Carnevale Massafrese sono tutt’altro che spenti; in attesa di celebrare la versione estiva della manifestazione carnascialesca nel prossimo mese di luglio, è necessario che il Sindaco e l’amministrazione faccia chiarezza e fornisca alcuni ragguagli su quanto accaduto nello scorso mese di febbraio con le sfilate del 27 e 28 febbraio, in particolare su quanto avvenuto nell’ambito della categoria “gruppi mascherati”.

I capisaldi dell’organizzazione della manifestazione dello scorso febbraio sono tre: l’atto di indirizzo per l’edizione 2017 con delibera di giunta atto n. 13 del 17.01.2017, la delibera di giunta, atto n. 15 del 26.01.2017, con la quale sono stati approvati i disciplinari per la partecipazione alla manifestazione del 64° Carnevale Massafrese dei carri allegorici in miniatura, delle maschere, delle vetrine, dei balconi più originali e le modifiche ed approvazioni dei disciplinari dei gruppi allegorici e dei gruppi mascherati, e la delibera di giunta, atto n. 22 del 03.02.2017 con la quale sono stati nominati i membri del comitato organizzatore della 64^ edizione del Carnevale Massafrese.

Alla manifestazione del 27 (inizialmente 26 poi passata al giorno successivo per le condizioni meteo avverse) e 28 febbraio furono ammessi a partecipare e sono stati successivamente valutati n. 7 gruppi allegorici, n. 5 gruppi mascherati, le maschere di carattere, le vetrine e i baconi più originali, mentre fuori concorso hanno partecipato gli istituti scolastici.

Fin qui tutto fila liscio e la manifestazione si è celebrata come da copione, se non fosse che in occasione della proclamazione dei vincitori sono sorte le prime “defaillance”; infatti lo scorso 12 marzo in Piazza Vittorio Emanuele, nell’ambito della proclamazione della categoria “gruppi mascherati” sono emersi alcuni clamorosi errori nel calcolo dei punteggi, di conseguenza nell’errata lettura della classifica e quindi nella successiva attribuzione dei premi.

La questione prontamente denunciata da molti cittadini e da altre forze politiche ha riguardato in primis il vincitore della categoria “gruppi mascherati” che ha partecipato ad una sola delle due sfilate previste contravvenendo al “disciplinare per la partecipazione al concorso a premi per gruppi mascherati” che all’art. 4 prevede, per la mancata partecipazione del gruppo mascherato ad una delle sfilate, l'esclusione dalla classifica e in tal caso nessun premio o rimborso.

Ma non finisce qui!

“Le regole sono fatte per essere eluse!”

Il sindaco, l’amministrazione e il comitato organizzatore se la sono suonata e se la sono cantata; tutti o quasi, i concorrenti alla categoria “gruppi mascherati” sono stati ammessi al concorso, non senza “peccato”.

Nell’art. 3 del “disciplinare per la partecipazione al concorso a premi per gruppi mascherati” e nel successivo art. 4 dello stesso disciplinare si sottolinea come la scenografia e la composizione del gruppo mascherato non deve essere inferiore alle cinquanta unità pena l’esclusione dalla classifica del gruppo mascherato e in tal caso non è previsto alcun riconoscimento ovvero alcun premio o rimborso.

Quanti cittadini e quante associazioni, alla luce delle regole dettate dal disciplinare, non hanno avanzato la proposta/richiesta di partecipazione perché carenti dei requisiti vincolanti?

A cosa serve un disciplinare se non è rispettato?

Con la determina n. 618 del 02.05.2017 il dirigente della ripartizione competente ha disposto la liquidazione agli aventi diritto dei premi/contributi in favore dei gruppi allegorici, dei gruppi mascherati, alla maschera/e di carattere, alla vetrina e al balcone più originali e agli istituti scolastici.

Di fatto con la determina n. 618 è stata disposta la liquidazione dei premi/contributi ai partecipanti in accordo con le classifiche vagliate e consegnate dal comitato organizzatore, poco aderenti al “disciplinare per la partecipazione al concorso a premi per gruppi mascherati” sia in termini di requsisiti per l’ammissione che in termini di valutazione.

Alla luce delle inadempienze già appurabili il 27 e 28 febbraio scorso durante le sfilate e ancora oggi verificabili con le numerose foto e i tanti video (ufficiali e non) disponibili per entrambi i corsi mascherati, le classifiche sono da bocciare.

Purtroppo a farne le spese saranno tutti o quasi i concorrenti alla categoria che sono stati illusi a partecipare senza alcuna garanzia; sarebbe stato più onesto e indice di serietà e competenza apportare per tempo, prima della manifestazione, delle modifiche al disciplinare affinché tutti i partecipanti fossero tutelati ovvero attraverso opportune variazioni del disciplinare tutti i concorrenti sarebbero stati messi nelle condizioni di partecipare nella pienezza dei requisiti previsti, forse con maggiore adesione di altri cittadini, altre associazioni e ulteriori gruppi.

E ora? Sindaco, amministrazione e comitato, come si sbroglia questa matassa?

Forse è il caso di ritirare la determina n. 618 e alla luce degli atti emessi, tornare a fare le opportune verifiche per scongiurare ricorsi e denunce?

A tutela di tutti i cittadini e delle associazioni che hanno garantito la sfilata dei gruppi mascherati lo scorso febbraio, che meritano la giusta attenzione per quanto fatto, e a garanzia dei maestri cartapestai, che ormai da settimane stanno lavorando per le sfilate del prossimo luglio, forse è il caso di elevare l’attenzione nei confronti dell’organizzazione della manifestazione principale della nostra città, con maggiore impegno, serietà e competenza.

Giancarla Zaccaro
Consigliere Comunale


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
4
7
8
9
10
11
15
16
17
18
19
20
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su