BENEFICI DELL’UVA DA TAVOLA

L’uva il frutto simbolo del passaggio dall’estate all’autunno, racchiude nel suo contenuto zuccherino tutto il sole della stagione calda.

Ma è anche un forziere di principi attivi utili al nostro corpo per affrontare la ripresa lavorativa o scolastica.
Questo succoso frutto è uno dei simboli della mediterraneità per eccellenza ed è presente da secoli sulle nostre tavole.
Sappiamo come consumarla nei modi più diversi: da semplice uva da tavola, all’uvetta nei dolci, senza dimenticare il vino; ma forse pochi conoscono le effettive proprietà benefiche dell’uva.

1

Dal punto di vista nutrizionale l'uva è un frutto molto ricco: per 100 g di parte edibile, ha un apporto energetico di 61 kcal e un contenuto in zuccheri di circa 15 g tra glucosio e fruttosio.

È un frutto estremamente interessante, con caratteristiche organolettiche straordinarie: contiene zuccheri semplici facilmente digeribili, oligoelementi, in piccola quantità anche proteine e lipidi; ma prevalentemente è ricco di sali minerali, come zinco, potassio, magnesio, ferro, e vitamine del gruppo B, A e C. È un prodotto che può essere consumato da tutti, anche da chi è in sovrappeso, purché non sia diabetico, a causa del contenuto di zuccheri.

È importante sottolineare che buona parte dei componenti salutari sono contenuti nella buccia, quindi l’acino andrebbe mangiato intero. Ad esempio, la buccia dell’uva nera contiene notevoli quantità di polifenoli e resveratrolo, che hanno proprietà antiossidanti.

BENEFICI DELL'UVA DA TAVOLA

Migliora l’insufficienza venosa
In generale, l'uva trova impiego soprattutto nelle manifestazioni cliniche e funzionali del sistema venoso (emorroidi, fragilità capillare ed insufficienza venosa degli arti inferiori), nel trattamento della flebite, e come rimedio naturale alle emorragie (per le proprietà astringenti)

Ossa più forti
Nell’uva si ritrovano anche ottime quantità di minerali, tra questi spicca il boro. Il boro agevola l’assorbimento del calcio nelle ossa e aiuta a prevenire l’osteoporosi. Questo minerale è capace anche di ricavare tutta l’energia dagli zuccheri che servirà a mantenere efficiente la funzionalità cerebrale e mnemonica.
Piccolo consiglio: accompagnate l’uva con dei semi di sesamo, così il boro aiuta l’assorbimento del calcio contenuto nel sesamo!

Benefici per la pelle
Antiossidanti significa anche maggior elasticità e bellezza per la pelle, per uno straordinario effetto antirughe.

Attività antitumorale e di protezione cardiovascolare
Il segreto delle proprietà benefiche dell’uva, soprattutto di quella nera, risiede nella sua buccia, dove è presente il resveratrolo, un fenolo che protegge la pianta da batteri e funghi. Sull’uomo, il resveratrolo, oltre alla sua azione antibatterica, dimostra le sue proprietà antitumorali e la sua capacità di proteggere il cuore, rendendo il sangue più fluido ed evitare la formazione di placche trombotiche.
Riduzione dei livelli di colesterolo:
L’uva contiene un composto chiamato pterostilbene che, insieme alla fibra alimentare, ha proprietà utili a ridurre il livelli di colesterolo cattivo nel sangue evitando così la formazione di pericolose placche nelle arterie.

Azione energizzante
Nell’uva è presente in grande quantità anche la quercetina, un flavonoide presente nell’uva rossa che è una straordinaria fonte di energia, capace di dare la carica a chi soffre di spossatezza e fornire sostegno nell’attività sportiva.

Uvetta come spezzafame
Sembra che l’uvetta sia in grado di ridurre il senso di fame perché è in grado di aumentare il livello di leptina nel sangue, un ormone che comunica il senso di sazietà al cervello. Per questo l’uva passa potrebbe essere molto utile nella prevenzione del sovrappeso e dell’obesità.

LO SAPEVI CHE …

- L’uva che conosciamo in genere deriva dalla specie vitis vinicola o vite comune, che produce frutti sia per la consumazione alimentare sia per il vino;
- L’uva da tavola più diffusa è, tra le uve bianche, la varietà Italia, insieme alla Vittoria e alla Regina; tra le nere, Red Globe e Rosada
- Tecnicamente, l’uva è un’infruttescenza: il grappolo non è che un insieme di frutti, cioè gli acini, le bacche della vite, uniti tra loro dal raspo
- poiché il colore della buccia dipende da antociani e antiossidanti , un’uva scura ne conterrà di più di un’uva chiara.
- L'uva è molto usata nella cosmesi. Grazie al suo potere antiossidante viene aggiunta a molte creme anti-età. Si può anche applicare il succo o la polpa tritata direttamente sulle rughe del viso. Lasciare in posa il composto per 5 minuti 2-3 volte alla settimana per avere degli effetti visibili.
- Il resveratrolo contenuto nella buccia delle uve nere e rosse protegge dai raggi UV non solo la pianta, ma anche la nostra pelle. È stato dimostrato che, con applicazioni a lungo termine, innalza i normali filtri UV della pelle.
- L'uva semplifica la vita anche con il galateo. È concesso mangiare l'uva con le mani staccando i singoli acini dal raspo. I semi possono essere depositati direttamente dalla bocca nella mano chiusa a imbuto.

CONTROINDICAZIONI DELL’UVA IN CASO DI …

- Soggetti diabetici, a causa delle presenza di zuccheri ad elevato indice glicemico
- Soggetti affetti da colite, poiché l’uva fermenta in maniera significativa
- Soggetti affetti da diverticolosi e diverticolite, a causa della presenza dei semi

Dott.ssa Graziana ASCOLI
Biologa Nutrizionista presso lo STUDIO DI NUTRIZIONE & DIETETICA in Via Cirillo 46, Palagiano (TA)
Per maggiori info potete contattarla all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
4
7
8
9
10
11
15
16
17
18
19
20
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su