I "SEPOLCRI" DEL GIOVEDÌ SANTO

Al termine della messa in “coena domini” e della “lavanda dei piedi”, in ogni Chiesa è allestito l’altare della reposizione, destinato ad accogliere l’eucaristia consacrata e a conservarla sino al pomeriggio del Venerdì Santo, quando, al termine della liturgia penitenziale, verrà distribuita ai fedeli per la comunione sacramentale.

Per fede e per tradizione, la sera del Giovedì Santo è dedicata alla visita degli altari o cappelle della reposizione, solennemente addobbati, in un’atmosfera di devozione e meditazione.

L’usanza è che ogni fedele visiti da cinque (quante sono le piaghe di Cristo) a sette (quanti sono i dolori della Madonna) di questi allestimenti in varie Chiese, compiendo il cosiddetto giro dei “sepolcri”, termine improprio poiché l’altare conserva l’eucarestia, ossia le ostie consacrate, e non il corpo di Gesù

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su