CARNEVALE, STOP A BOTTIGLIE DI VETRO E LATTINE

Il sindaco Fabrizio Quarto con Ordinanza N. 137 del 25/07/2017 ad Oggetto: Misure a tutela dell'incolumità pubblica e della vivibilità urbana in occasione delle manifestazioni pubbliche, ha emesso alcune limitazione alla vendita di bevande durante il Carnevale Estivo .

La circolare emanata del Capo della Polizia, con nota del 7 giugno scorso, fissa una serie di regole per la gestione delle manifestazioni pubbliche quali concerti, feste in piazza, manifestazioni e celebrazioni in genere, che dovranno svolgersi nel doveroso rispetto delle garanzie di safety (la sicurezza che si occupa della tutela fisica), mettendo in atto tutti i dispositivi e le misure strutturali a salvaguardia dell'incolumità e di security (i servizi di ordine e sicurezza pubblica), quali sistemi indispensabili per consentire l’ordinato e corretto svolgimento delle stesse. In quest’ottica il primo cittadino ordina:

1) il divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minori di 18 anni come da normativa vigente, per motivi di tutela dell’incolumità, dell’ordine e della sicurezza pubblica e della vivibilità urbana, per le motivazioni indicate in premessa,

2) il divieto a chiunque, nelle aree pubbliche interessate allo svolgimento delle manifestazioni, e comunque nelle loro immediate vicinanze, di introdurre e/o consumare in bottiglie o contenitori di vetro e/o lattine bevande;

3) il divieto di vendita per asporto di bevande contenute in bottiglie di vetro e/o in lattine, anche ove dispensate da distributori automatici;

4) il divieto di cui ai precedente punti 1 e 2 opera anche nel caso in cui la somministrazione e la conseguente consumazione avvengano all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne di pertinenza delle attività artigianali e/o commerciali, legittimamente autorizzate con l’occupazione di suolo pubblico;

I trasgressori delle disposizioni (se non già sanzionate da specifica normativa) , saranno soggetti al pagamento di una sanzione amministrativa di carattere pecuniario da euro 150,00 ad euro 500,00 oltre all’applicazione della misura cautelare del sequestro, finalizzato alla confisca amministrativa delle cose che formano o sono servite alla commissione dell’illecito amministrativo, in applicazione dell’art. 13 della Legge n. 689/1981.

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su